sabato, maggio 15, 2010

L'heure bleue

Adesso che è finito il maltempo (così dicono ed io ci credo) potremo goderci il mese di maggio,  uno dei mesi più belli dell'anno. L'ora blu (l'heure bleue), quel particolare momento della giornata tra la luce e il buio, tra il tramonto e la sera, a maggio è  un'esplosione di profumi di fiori sbocciati:  rose, tigli, fior d'arancio, gelsomini. L'atmosfera è magica. E' più  facile sognare, perchè il blu,avvolgendo ogni cosa, smorza i contrasti e confonde i profili. Non per nulla  è il colore della magia,no? I  vecchi maghi usavano appunto cappelli blu, quelli conici per intenderci. Turchina era la  fatina della nostra infanzia.
Si può vivere in un mondo come il nostro, se non si avesse almeno la possibilità di sognare che c'è un'alternativa alla disperazione, all'ingiustizia e alla miseria? Io voglio poter almeno sognare un'Italia che non costringa una mamma a svenarsi per sollecitare quanto gli spetta di diritto. Voglio sognare che le  cricche di malfattori che si arricchiscono sulle pelle della povera gente abbiano quel che si meritano,  il carcere duro.Basta coi misteri, i depistaggi, le stragi di stato e mafiose.
L'ora blu è il tempo in cui può montare la protesta, perchè in giro c'è voglia di cambiamento e, dal momento che unisce tutti perchè è comune a tutti, può diventare lo spazio del sogno collettivo. Il solo che può finalmente cambiare la storia.
Ma anche per sognare ci vuole coraggio.
E' sabato, è d'obbligo un po' di nostalgica leggerezza:

3 commenti:

Bimboverde ha detto...

abbiamo pensato la stessa cosa sul colore del cielo delle sere di maggio.........

Majin79 ha detto...

Il mese di maggio è uno dei miei preferiti, soprattutto la sera con l'odore dei fiori che dai giardini si spande per l'aria...
Ciao caro, buona domenica...

Nick ha detto...

Che bello questo post ^____^