giovedì, giugno 25, 2009

"Presidente puttaniere"


Credevamo fosse una delle tante battute che fanno scompisciare dalle risate solo i sudditi forzaitalioti ma che imbarazzano il Paese, invece Berlusconi tre mesi fa, davanti al sindaco di Firenze, in occasione del viaggio inaugurale da Milano a Roma della Freccia Rossa, la sua confessione l'ha fatta, ammettendo di preferire il presidente puttaniere al presidente ferroviere. Di più non possiamo aspettarci. Complimenti alla maggioranza dei connazionali che gli hanno affidato per ben 3 volte in 15 anni le sorti del Paese! Volutamente, testardamente ciechi. Probabile che quando il Presidente sarà abbandonato a se stesso, si scopriranno i loschi intrecci con massoneria, mafie e chissà che altro. Per ora gli occhi e le orecchie restano rigorosamente chiusi, sigillati. Anche quelli della cattogerarchia che in questi anni, come spesso nel passato remoto, ha barattato non uno, ma diversi piatti di lenticchie per leggi, interventi ed omissioni "ad Ecclesiam". Il direttore di Famiglia Cristiana, rivista in odore di eversione per i disonorevoli forzaitalioti, tenta di lanciare una ciambella di salvataggio ai suoi gerarchi, ma ormai è troppo tardi. Fingono, loro i gerarchi, per togliersi dall'imbarazzo , la massima concentrazione sull'imminente enciclica sociale che, dopo due lunghi anni di preparazione, ridarà lustro all'Istituzione con rivoluzionarie proposte "concrete" per la soluzione della crisi economica internazionale. Sanno già in realtà che non conterrà nulla di nuovo: al più il "teologo tedesco" si approprierà del pensiero altrui o sosterrà che solo nella Chiesa cattolica certe teorie "laiche" possono trovare completo sviluppo ed attuazione. La Charitas in veritate offre comunque una giustificazione per l'assenza di interventi (che sarebbero tardivi) nell'emergenza morale italiana di cui tanto si parla all'estero. Sembra un po' infantile, ma così è. Il gregge segue ciecamente i pastori che, soli, hanno la chiave del paradiso.

5 commenti:

Gios ha detto...

Purtroppo i puttanieri sugli italiani hanno sempre esercitato un certo fascino... ahinoi...

ALESSIO ha detto...

va bene anche un premier puttaniere ma che almeno sappia fare il suo mestiere:)
questo è incapace

Anonimo ha detto...

Anche quello precedente la grande guerra era un gran puttaniere e guarda come ci aveva ridotti.. Solo che lui prima che diventasse tuto ciò fece delle cose giuste per l'Italia, asili, colonie, pensioni.. ecc ma questo??? Tre grossi Baci
Barbara

Anonimo ha detto...

Cari miei, vi telefono sabato per metterci daccordo. Un abbraccio. Dino

Enrique ha detto...

Povera Italia...
Mi sento ...come dire....così...

SPAESATO !!!!!! ;)