sabato, agosto 04, 2007

Novios



Fine settimana difficile per noi Novios, come tutto questo lungo ed interminabile ultimo periodo. Siamo in fermento, in movimento come sempre e come è giusto che sia.

Tanto ci siamo detti, tanto secondo me ci sarebbe ancora da dire. Stiamo facendo chiarezza. Moser si è espresso in un recentissimo post. Modan preferisce il silenzio, anche se una sua manifestazione di volontà sarebbe gradita. Non serve solo confermare a parole il proprio amore, non serve adeguarsi alle “nuove” situazioni per poi manifestare da subito il disagio per i conseguenti eventi che si presentano. Non serve a nessuno dei tre. Di certo e definitivo non c’è niente, quando coinvolti sono i sentimenti. Recenti o passati che siano.

Ho scritto poco nel nostro blog (direte meno male), ma ogni volta ed ogni parola sono state spinte da un profondo affetto e rispetto verso tutti coloro che ci leggono e di amore verso i miei Novios che continuo ad amare più di me stesso.

Spesso queste pagine, come ha scritto Moser più volte, sono state uno sfogo,quasi ad uso terapeutico interno, che ha visto tutti voi, amici, coinvolti nella nostra storia. Anche questo post in fondo lo è: vi lascio un pò in sospeso, me ne rendo conto e mi scuso, ma so che siete molto pazienti e tolleranti.

Non so come e quando riusciremo a superare questi momenti delicati, comunque da subito mi impegno a continuare a lasciare un segno in queste pagine che a distanza di più di un anno sono diventate una storia, quasi quel libro che per anni ho sempre spinto Moser a scrivere. L’ha fatto! E deve continuare……
Mi viene in mente una canzone che ora cercherò di postare. Il video è anche simpatico.....

Un abbraccio a tutti e buone vacanze a chi parte domani! (en)









2 commenti:

ser ha detto...

Ci siamo messi su una strada non facile, lo sapevamo dall'inizio.Crescendo è inevitabile che esplodano i conflitti che sono poi complicati dalla diversità caratteriale di ognuno di noi.Non sono conflitti semplici: il fatto che non riguardino "banali" questioni di corna e siano invece tutti motivati dal profondo triplice amore ci rassicura che siamo sulla strada giusta. Probabilmente dobbiamo ancora imparare, nella dinamica di troppia,a calcolare i tempi e i modi in cui ora l'uno, ora l'altro, ora l'altro ancora deve fare un passo indietro per non esacerbare le tensioni, stemperando clima e umori sempre troppo intensi, come intenso è il sentimento che ci unisce. Un po' alla volta, mettendo in conto che non sempre ci riusciremo e che sarà necessaria anche un po' di sopportazione reciproca. Che non è una brutta cosa. Il fatto di vivere "de cara al pueblo" la nostra storia ci carica anche di un po' di responsabilità in più, costringendoci a cercare quasi pedissequamente la chiarezza. Chi ha voglia di seguirci nella nostra evoluzione può solo comprendere ed accettarci così come siamo.

Anonimo ha detto...

Serene vacanze. In silenzio di fronte ai sentimenti altrui privati. Senza stupore o presunzione di credersi "migliori" o peggiori.

Bellissima la canzone.
:-)
Mel