martedì, aprile 08, 2008

Voglia di fuga


Sabato prossimo era prevista la tradizionale pizzata di zioMario per noi comaschi, ma lo stesso zio ci ha tempestivamente informati che è rinviata a data da destinarsi, perchè un altro gruppo del territorio ha in programma "qualcosa" per la stessa data. Lo zio non ha detto di più, lasciandoci nel dubbio. Possibile che ci sia un' altra realtà nel comasco e noi si sappia nulla? La nostra zona pullula di gay, ma tutti in ordine sparso, perchè l'aria di qui rende difficile l'aggregazione. Forse il gaycomasco è geneticamente diffidente e solitario, salvo nei fugaci momenti di accoppiamento rigorosamente cercati nella lontana (?) e anonima metropoli milanese. Si tratta forse del gruppo comopaololesbica(potenzialmente)arci da cui siamo stati cacciati lo scorso autunno per colpa delle nostre idee dissidenti? Chi non ci segue da allora non può sapere che i tresnovi non sono poi sempre accomodanti e concilianti come potrebbe sembrare. Abbiamo le nostre idee che manifestiamo e difendiamo , finchè qualcuno riesce a convincerci del contrario, ma nel caso del "gruppo paolino" siamo stati estromessi ex abrupto (Più leggeri e Gaytudine lariana). Siamo però contenti di sapere di una iniziativa sul territorio: la sosterremo comunque, visto il vuoto assoluto.Speriamo qualcuno ci informi.


Una brutta notizia: la Binetti è candidata nel nostro Collegio! Nonostante abbia verificato tutto ciò che la riguarda attingendo da Fabio, ricercatore ufficiale della candidata,non sono riuscito a trovare una sola notizia che me la rendesse non dico simpatica, ma almeno tollerabile.Non mi va giù! Devo ammettere che la scelta di candidarla in questo Collegio di Forzaitalioti formigoniani è stata forse l'unica possibile per Veltroni, che da qualche parte doveva pur piazzarla. Magari qui riuscirà ad attrarre qualche voto incerto. Mi chiedo cosa farà la vecchia sinistra confluita nel PD. Ma le forze d'opposizione dell'ultimo decennio, no ventennio, anzi sessantennio, nel comasco in generale, sono state praticamente inesistenti, perciò forse si meritano davvero la Binetti. Ma noi? Si salvi chi può!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

ad organizzare una festa per sabato 12 aprile e' il gruppo Renzo e lucio, penso pero che l'ivito per rinviare la pizzata provenga dal gruppo comogaylesbica.
Concordo con te sul rispettare le altrui iniziative, anche se le nostre "idee" non hanno ai tempi ricevuto lo stesso trattamento.
passando ad altro, Suor Binetti e' da tempo si sapeva essere candidata nel nostro collegio.....pazienza un motivo in piu' per non votare il PD.
Quello che mi sconforta e' non sapere per chi votare......
Sperando nel bel tempo, si potrebbe fare una pizzata open space nel mio giardino, a presto,
Dav

Andrew ha detto...

Il problema dell'isolamento (certamente non solo fisico) non è di certo solo comasco.

Se qualcuno vi ha cacciato tanto peggio per lui no? ;)

Per il resto, che dire? Binetti vostra! hihihih
Scusate ma devo sdrammatizzare: oggi mi è arrivata una lettera da Berlusconi! O_O

Ulisse ha detto...

Stavolta però 'Suor Binetti' è candidata per la Camera perciò la sua voce avrà (almeno si spera) meno peso che al Senato.

Riguardo alla pizzata, visto che le iniziative si stanno moltiplicando forse è giunto il momento di una maggiore collaborazione e di una concertazione fra le varie realtà GLBT di Como-Lecco-Svizzera.

ZioMario ha detto...

Dunque... Ho deciso di rinviare la pizzata, perchè mi è stato fatto notare che in quella data ci sarebbe stata una festa del gruppo Renzo e Lucio e che forse sarebbe stato meglio non accavallare le due cose. Premetto che al momento di organizzare, sul blog di Renzo e Lucio, ancora non c'era notizia di questa festa e non ne sapevo nulla. Ad ogni modo ho scelto di rinviare la pizzata proprio per evitare eventuali contrasti con altre persone che cercano di fare qualcosa per la comunità GLBT. sono dell'idea che se avessi tenuto la data per la pizzata, ci sarebbero potuti essere eventuali "scontri" che ho preferito evitare ancor prima del nascere. Infatti credo che sarebbe meglio evitare di "ostacolarsi" a vicenda, se si vuole realmente fare qualcosa di positivo. Ad ogni modo, devo tirarvi le orecchie... A Como c'è il famosissimo gruppo ComoGayLesbica, che per quel che ne sò, è ancora in piedi e attivo ( ho trovato pure un volantino pubblicitario nella bacheca della Libreria Babele a Milano). Cara troppia, non vi sarete già dimenticati di questo gruppo, vero????? :-)

Anonimo ha detto...

Dio ve ne scampi! :-) Mel