martedì, ottobre 02, 2007

Noioso patetico stupendo amore



E' tornato il sole anche al nord, deciso, caldo. Giusto in tempo per festeggiare il nostro anniversario che è proprio oggi, 2 ottobre. Ehssì, mi ripeto anche oggi, del resto questo è il blog della troppia che vive in uno stato d'innamoramento cronico da due anni. Si è mai visto un amante sfuggire alla legge dell'innamoramento che inevitabilmente conduce al noioso, patetico, ossessivo inno all'amore? Già avevamo scritto che s'inventano addirittura nuovi linguaggi, si torna alle lallazioni infantili, si escogitano comunicazioni fantasiose del corpo. Le emozioni troppo forti ed intense, come scrive magistralmente moEn, sono difficili da esternare, specie agli altri, a coloro che non vivono lo stesso stato di grazia, ma che possono intuirlo grazie al proprio vissuto. Da qui il bisogno di comunicare il più fedelmente possibile,anche quando la relazione è attraversata dai conflitti necessari ed inevitabili. Niente bilanci da quadrare, niente di non detto, niente di assolutamente certo persino, ma tutto in fieri, com'è nella natura delle cose. Gli innamorati sono noiosi, si sa. E anche patetici. Lo stesso sesso, anche quando vissuto con fantasia, è sempre ripetitivo. Perfino l'orgasmo, a ben guardare. Ma chi lo vive lo carica di significati ogni volta diversi per intensità, qualità,emozioni, tanto che ognivolta risulta strabello,unico . Certo meno bello è per chi si limita a guardare quello altrui, perchè può apparire sempre uguale. A meno che lo spettatore possa far riferimento alle proprie esperienze di orgasmo.

Ma non solo gli amanti sono patetici e ripetitivi! Un po' tutto, in Italia e nel mondo, soffre della sindrome del "già visto e detto".
Allarmante è la ripetitività della politica, perchè è segno che non ci sono più idee, non si pensa più. I politici poi sono sempre gli stessi, non c'è neppure la speranza in un ricambio generazionale. Quando miracolosamente succede, si scopre che i giovani (si fa per dire) hanno nulla di nuovo da proporre. Questo sì che è patetico, ma il facciatollismo dei partiti è tale che, alla fine, a pagarne le conseguenze è sempre il popolo con la sua distaccata indifferenza. Il mondo cambia, il pensiero dell'uomo si evolve, ma la politica dei partiti (vecchi, nuovi o rifatti) è sempre la stessa.
Sono patetici e ripetitivi persino certi convinti attivisti gay: costantemente incazzati col mondo etero, perseguono a testa bassa i diktat di gruppi di potere senza rendersi conto che l'unica nuova strategia adottata, quella delle lotte interne per la rappresentanza e per il denaro (v.Roma), possono solo portare all'autodistruzione ed al rallentamento della conquista dei diritti esigiti. Solo una fede cieca nel dogma che viene dall'alto, bandendo l'autonomia di pensiero, salva dal rischio delle contraddizioni che invece appartengono alla natura umana. Rimproverati da un fedele lettore anonimo, non abbiamo difficoltà a riconoscere che spesso tra noi cadiamo in contraddizione in tante piccole cose quotidiane, come penso capiti a tutti gli umani. Non c'è invece contraddizione, crediamo, nel nostro pensiero che si evolve continuamente con una accettabile e chiara coerenza. Se così non fosse, è giusto essere ripresi su questioni specifiche, perchè il blog è per noi anche strumento di crescita.
Meglio tornare all'evento di oggi, al noioso, ripetitivo, patetico ma esaltante amore che ci unisce da due anni: buon anniversario, novi!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Alzo il calice.
:-) mel

Los 3novios ha detto...

Grazie, Mel!