lunedì, ottobre 08, 2007

Al via la stagione delle castagne


Ierisera, di ritorno da una gita nei boschi, Peppo e Mauro ci hanno portato le castagne, dando ufficialmente il via alla stagione 2007 di questo frutto autunnale di cui Dan è particolarmente ghiotto: "Se nn fosse per la mongolfiera che ho in pancia che ogni tanto perde pressione con non pochi disagi olfattivi, resterei a mangiare quelle buonissime palline tutto il giorno. Mi fanno impazzire ma hanno effetti collaterali ve lo assicuro.. chiedete! ehehhe." ( commento post del 13 novembre 2006). En ed io ci prepariamo ad un lungo autunno caldo in tutti i sensi, contenti di sfornare caldarroste al nostro goloso novio finchè la natura offrirà generosamente materia prima. Dovremmo andar per boschi anche noi, ma siamo talmente pigri e gelosi delle nostre domeniche che sicuramente anche quest'anno la nostra resterà solo una bella intenzione. Domenica prossima però andremo con altri amici nella Langa astigiana: un'occasione preziosa per stare una giornata in simpatica compagnia, gustando le rinomate specialità locali e ripercorrendo la gloriosa storia partigiana di quei luoghi. Se non ricordo male la langa d'Asti è quella di Pavese e non del preferito B.Fenoglio, ma vale uguale. Percorrere luoghi significativi della nostra storia non troppo lontana nel tempo, servirà a ricordarci con qualche brivido il prezzo pagato da tanti perchè noi oggi potessimo vivere liberi. Magari la situazione attuale presenta qualche pecca (beh, più di una), ma non si può negare che godiamo con serenità, molti anche con un certo benessere economico, il tempo presente. Possiamo essere noi stessi e questo non è poco.

A proposito di martiri della Libertà e della Giustizia, oggi è il 40° anniversario dell'assassinio del grande Ernesto Guevara che abbiamo ricordato poco tempo fa in Combattente della Giustizia: " Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo". Parole chiare che non concedono alibi di alcun tipo.
Ora però è meglio che cominci a dare un senso concreto al mio giorno libero (= sfaccendare per casa, uff!), addolcendo la fatica coi buonissimi confetti (di cui io sono golosissimo) rimasti a testimoniare l'emozionante recentissimo matrimonio in famiglia. Tempo zero sarò rimproverato per il sicuro mal di pancia che mi procurerò volontariamente. "Ci sta" il rimprovero, ma ne sarà valsa la pena.

6 commenti:

valentino odorico ha detto...

anche io ieri mi son fatto la prima scorpacciata di castagne hehehe

Los 3novios ha detto...

Ciao Valentino! Se sei di queste parti (Como) possiamo organizzare una castagnaserata...

ziomario ha detto...

Personalmente mi piacciono le castagne, solo che in casa mia nessuno ha la voglia di farle. Eppure non mancano mai tutti gli anni, visto che mio padre ( pensionato) è sempre in giro per boschi e quest'anno ( in mancanza dei soliti funghi che tardano a farsi trovare)riempie la casa di castagne che prontamente vengono distribuite a vicini di casa e a parenti. Se riesco a metterne da parte un pò, faccio un salto a portarvele....

Los 3novios ha detto...

Grazie, zio, ma quando vieni devi anche mangiarle le castagne!

valentino odorico ha detto...

ciao ... be perchè no! hehehe si potrebbe fare hehe

100 MILIONI DI TONNELLATE ha detto...

----- Original Message -----
From: Domenico Schietti
To: carabinieri@carabinieri.it ; urp.mi@poliziadistato.it
Sent: Thursday, November 15, 2007 11:19 AM
Subject: OGGETTO: DENUNCIA SETTA DEGLI INGEGNERI SCIENTISTI

Carissimi, volevo comunicarvi che il pettirosso aveva ragione.

Era due giorni che bussava alla porta, e quando fa così è per dire che sta arrivando la neve.

Oggi nevica e quindi purtroppo anche ricevendo un ordine di acquisto per le mie foglie di castagno è troppo tardi.

Non ho i soldi per comperarmi neanche una ricarica telefonica.

Anche quest'anno ho buttato via quasi 5000 € di merce che avrei potuto raccogliere in pochi giorni, cippare, fare seccare, e in un paio d'ore caricare su un camion verso una cartiera.

I nemici dell'umanità utilizzano alberi secolari e distruggono foreste mettendo a repentaglio l'equilibrio planetario per produrre carta igienica, quando si potrebbero benissimo usare foglie.

100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com