martedì, marzo 30, 2010

Su, su!

Dai, mica ci intristiremo per le scelte elettorali, chè ormai dovremmo esserci abituati. Come dice Dinodoc, la maggioranza degli Italiani è davvero contenta così. Poco importa se ha confermato  al potere bande o cricche che arricchiscono oltre loro stesse  anche mafie, compagnie delle opere o chissàchi. Ciò che conta è che quei nostri connazionali possano continuare a sognare, perchè  sono dei grandi sognatori ed io, pur non condividendo gli stessi sogni che ritengo anzi incubi tremendi, ho un gran rispetto per chi ancora è capace di  far volare la fantasia, librandosi sopra le sozzure in cui ci dibattiamo. Non lo scrivo con ironia. Stamattina ho visto nei miei colleghi ciellini, manovalanza non vertici, quella luce particolare negli occhi, tipica  di chi vede quasi già realizzata la  Gerusalemme celeste  che Formigoni annuncia. Inutile tentare di trattenerli sulla terra con miserie di appalti taroccati o roba del genere: loro vedono già oltre. Saranno ingenui, saranno fanciulleschi, ma ci credono, sono davvero convinti. Dai, tiriamoci su e consoliamoci pensando che l'Italia è ancora un Paese di sognatori.
Piuttosto c'è una cosa di cui vorrei scrivere  che mi turba da ieri e che non ha nulla a che fare coi risultati elettorali. E' una questione un po' complessa, almeno per me, tanto che mi piacerebbe sentire qualche parere, o forse liberarmi anche solo scrivendone.Purtroppo non 'cè tempo, perchè stasera arrivano per una pizzata le amiche di Lerici e con loro non so quanti altri amici. Mica possono venire qui solo per mangiare una pizza ordinata in pizzeria, no? Così sperimento una nuova ricetta: insalata di cous cous con peperoni gialli e rossi, olive nere, capperi, pinoli e pomodorini confit. Se sarà apprezzata ve la passerò. Considerate che Temi è chef in un noto ristorante ligure, acc! E' arrivata con Marzia ieri, per cui  la sera siamo andati tutti a festeggiare da Papos, il risto-pub messicano che a loro piace molto. Ci siamo abbuffati all'inverosimile, bevendo caipirinha (che poi credo sia brasileira) senza ritegno. Ognitanto si può fare, anche perchè c'era da affogare il dispiacere dei risultati. Vabbè, mi metto al lavoro altrimenti combino nulla. State su. Se potete.

9 commenti:

Oscar ha detto...

bè se "su su" me lo dice uno così, mi tiro su davvero!

buona pizza e buona insalata

Majin79 ha detto...

A dirti il verò il risultato me lo aspettavo, almeno qui a Napoli dopo l'emergenza rifiuti e le pseudo-soluzioni di Berlusconi al problema... ma speravo almeno nel resto d'Italia... cm non ho intenzione di abbattermi per così poco...
Ciao ragazzi e buona pizza/insalata :)

MELCHISEDEC ha detto...

Dovrebbe venirti buono il cous cous, gli ingredienti si amalgamano bene.
Bella serata!

delf ha detto...

caro novio, condivido con te il rispetto per i sognatori, ma a condizione che il sogno sia quello proprio e non quello di un altro inculcato dal mezzo televisivo. Tutti i berlusconiani che conosco parlano con la stessa lingua degli stessi argomenti, come automi ben programmati. Parlare con loro è come rivolgersi alla tv. Meglio mangiarci su. BUONA SERATA!
Bacio

A Piedi Nudi Nel Parco ha detto...

Ragazzo mio ho visto tardi l'invito, e mi son mangiata le mani! Sia per la cena, che per gli amici ed anche per gli abbracci!
per quanto riguarda i sogni... si, il bello degli Italiani è proprio la loro capacità di sognare, sempre, comunque, ed oltre ogni limite, e come ogni cosa, purtroppo, ha il rovescio della medaglia. Cordoglio da chi sogna come voi e continuerà a credere che che i sogni (quegli altri sogni) un giorno diverranno realtà.
Questo weekend come siete messi?

Anonimo ha detto...

LEGGO SEMPRE CON PIACERE CHE AVETE MOLTA VITA SOCIALE... ED è UNA BELLISSIMA COSA QUESTA. UN PO' QUELLO A NOI MANCA, MANNAGGIA. UN ABBRACCIO. IPPO75

Anonimo ha detto...

Leggo sempre con piacere che la vostra vita sociale è sempre ricca. bella questa cosa. Un esempio da seguire. un abbraccio. ippo

Massi ha detto...

Eh, mi spiace novio ma se il sogno degli altri deve essere il mio incubo non c'è discorso sul rispetto che tenga.
E se son sveglio io, non sopporto che gli altri se la dormano..

Barone ha detto...

Eh sì, sono pienamente d'accordo con Massi, soprattutto perchè penso che il sogno non sia spontaneo, ma sia stato "indotto" con pazienza certosina ed artifizi ben studiati, e tutto ciò che è artificiale mi provoca rabbia e sgomento, soprattutto quando mi rendo conto di quanto poco le persone che tale induzione subiscono se ne rendano conto.