giovedì, dicembre 25, 2008

Humiles ad cunas



E' Natale. Il dono più bello che aspettavamo è arrivato: le nostre speranze hanno trovato una prima conferma. Serviranno altri e più approfonditi accertamenti, ma oggi possiamo finalmente guardare al futuro con più serenità. Restano le due assenze a segnare la Festa di quest'anno. E' ancora troppo presto perchè i cuori cicatrizzino i vuoti che solo il tempo potrà colmare.
Con umiltà, consapevoli dei limiti che ci appartengono, guardiamo alla serena semplicità del Bimbo, lasciandoci coinvolgere nel Mistero di questa notte magica che irradia un po' di luce nel buio in cui a volte siamo costretti a camminare. Non è una resa disperata, ma un abbandono fiducioso che sappiamo ci impegnerà a vivere sempre più consapevolmente l'esperienza della nostra umanità. In quel neonato sembrano apparire più evidenti le nostre radici che ormai vanno oltre gli orizzonti che riusciamo a vedere.
Buon Natale, amici!

4 commenti:

MELCHISEDEC ha detto...

Bene, speriamo proseguiate oltre la prima conferma.
Buon Natale!
Un abbraccio

ziomario ha detto...

Anche se la mia presenza su questo blog non è costante, oggi non potevo mancare per augurarvi un sereno natale e un felicissimo 2009

Anonimo ha detto...

Vi auguro un Natale per quanto possibile sereno.
Gesu' Cristo luce e speranza del mondo, vi sara' vicino nell'affrontare questo nuovo momento di difficoltà.
Buon Natale, Dav

Ulisse ha detto...

Anche se il periodo non è dei migliori usatelo per diventare più forti, perchè dopo ogni sofferenza arriva sempre la gioia. Buon Natale a tutti voi, a chi amate e a chi avete amato.