martedì, aprile 10, 2007

"Deux jambons"

Su e giù la scalinata del Palais des Festivals, avanti e indietro lungo i 2 km de La Croisette, ma la scrittura non è arrivata ugualmente dopo tanto scarpinare. Evidentemente nessun regista, produttore o talent scout era a Cannes quel giorno, mentre moDan e moEn, solitamente pigri come i bradipi, tentavano la via del cinema. Meglio così: li ho riportati a casa entrambi, dopo averli seguiti immortalandoli in ogni dove, come solo un innamorato può fare. Alla fine, non se ne abbiano a male, la vera star è stata lei, Mirà, ammirata e flirtata da tutti i canini francesi, tanto che, solo per l'occasione, ha accettato di farsi fotografare sotto la leonessa.


Sono stati giorni straordinari anche se iniziati con una falsa partenza, una noiosissima pioggia e il traffico delle grandi occasioni per i continui cantieri lungo la Liguria. Il nervosismo si è manifestato all'arrivo e per tutta la serata.La colpa, ammetto, è stata principalmente mia che ho persino dimenticato di rispettatare la tradizione della troppia ad ogni nuovo sbarco, dispiacendo in particolare Dan che ama la sicurezza delle consuetudini. Superata la tensione, ci siamo poi finalmente abbandonati al clima meraviglioso e festaiolo della Costa, recuperando il tempo sprecato. Naturalmente come tutte le vacanze i giorni sono trascorsi velocemente tra escursioni, pause di riposo (quelle di griDan sono lunghissime) e giochi troppiani. Tra le visite, bellissima quella al Massif de l'Estérel con le rosse falesie che arrivano fino al mare creando paesaggi da sogno e romantiche spiagge. Tra i giochi, ha impazzato per tutto il periodo quello da me ribattezzato, in omaggio alla grandeur francese, dei "deux jambons". Magari un'altra volta lo spiego. Ci sarebbero divertenti aneddoti da raccontare, ma lascio ai novios il compito, se ne hanno voglia e superano la risaputa pigrizia. A me basta la certezza che questi 6 giorni trascorsi interamente insieme ci hanno unito ancora di più.

2 commenti:

Los 3novios ha detto...

Giorni indimenticabili!
Iniziati a dire il vero con una tensione palpabile sfociata in una mini lite tra me e moser, Modan ne ha subito le conseguenze ma si è fatto rispettare. Cari amici quando ci si mettono tra l'uno e l’altro prima che passa trascorrono lunghi silenzi ma poi torna il sereno, si coglie il momento giusto per chiarirsi e scatta quella molla che solo tra tre innamorati persi può scattare….Moser dall’entusiasmo voleva persino rompere una vetrata….con il naso però…e non solo…per mettersi meglio in posa per una foto gli è preso lo schizzo di voler salire su un’altissima (per lui) staccionata..per riuscirci saltellava a vuoto a ripetizione con un espressione del bambino felice che “ce la può fare”…..Modan ed io a scompisciarsi dalle tenere risate ..Moser mi è piaciuto vederti sorridere non solo in quella occasione, dovresti farlo un po’ di più però! Modan coniava termini italo-francesi più simili al nostro dialetto…..(sorrido ricordando ….mi viene in mente la faccia della fioraia alla richiesta di un “sacchet” da parte di Modan)…....stava conquistando una sensuale buongustaia quarantacinquenne in rotta con l’amante….. ed io ho fatto la mia parte ma soprattutto ho goduto pienamente di questo nostro amore che stupisce e cresce….adesso direi “ma cosa voglio di più dalla vita”! ma guai a fermarsi i nostri sogni e progetti sono sempre in fermento e come sempre la meta è per noi tre la stessa……”Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte” (Edgar Allan Poe)

Sarò un po’ più “porcellino” ma le “deux jambons “ è una posizione erotica della quale chiederemo il copyright….resto a disposizione in separata sede per fornire agli interessati opuscolo descrittivo logicamente a pagamento ehehehe

Los 3novios ha detto...

Sono fatto cosi! Ho bisogno di sentire, di avere contatto fisico anche per brevissimo tempo, solo una carezza. Quando mi manca tutto questo mi innervosisco diventando anche fetente.
C'è da dire che l'amour fa miracoli! Una volta chiariti è tornato il sereno, anche perchè se non fosse andata cosi non avrei partecipato per più di un giorno ai giochi troppiani... l'ho letto su Cosmopolitan (trainspotting)!Moen ha già fatto un bell'elenco di spezzati della nostra vacanza. Sono stati momenti indimenticabili in cui sorrisi,frecciate,vere e propie risate non sono mancate; situzioni comiche in cui la tenerezza aleggiava su di noi.
Lo stare insieme, vivere le stesse emozioni è una delle cose più belle che mi potessero accadere. Condividere tutto quello che la vita ci offre è bellissimo.
"E mi vesto da Re perchè voi siate, i Re di una vita di magia".
Mi sono un pò lasciato prendere dal sentimento, sempre forte! Credo che sia comunque la cosa più bella che questa sigola esperienza francese ci abbia lasciato. "Quel nodo non cede non molla,come colla ogni giorno più dura,anche quando mi nomini a mente si sente"
Ecco i novios "Galletti" (Francesi)