giovedì, ottobre 05, 2006

Della Finanziaria

A me la Finanziaria piace. Oddio, è esagerato, non mi dispiace: è meno peggio di quanto temevo e di come l'aveva presentata la stampa di destra, unica in edicola al momento del varo che coincideva con lo sciopero dei giornalisti. Non vi sto ad annoiare con le ragioni della mia affermazione, leggetevi il testo o almeno una sintesi dei contenuti e poi casomai ne discutiamo. E' però solo uno dei tre strumenti ( gli altri due sono la legge di bilancio e il provvedimento collegato) della manovra di bilancio annuale del Governo. Ha, fondamentalmente due obiettivi: -ridurre il deficit pubblico, aumentando le entrate e/o riducendo le spese; -modificare sia la provenienza delle entrate, che la destinazione della spesa .

A me pare che il provvedimento per il 2007 contenga delle novità rispetto al passato. Stiamo a vedere.

Intanto, che il ministro delle Finanze chiami per nome gli evasori, cioè ladri, è un buon segno. Vediamo se qualcosa di concreto si farà finalmente per perseguire i disonesti.

1 commento:

paolo ha detto...

da buon dirigente di partito e di sinistra, io ho alcuni dubbi sulla finanziaria, e mon sono l'unico .Cio' che mi attanaglia,sono due punti,i finanziamenti x gli enti locali e il punto sul trattamento di fine rapporto.Per il primo punto io sto dalla parte dei sindaci d'Italia e non concepisco il taglio agli enti locali ,che si vedono costretti a finanziare il lavoro del comune per nuove tasse ai cittadini.Tanto x intenderci aumenteranno i versamenti in busta che ogni lavoratore fa.Per il secondo punto non concepisco l'idea di dover dare una ia parte di liquidazione per far risanare le casse dell'imps in quanto lavoratore ,vorrei essere io a delegare tutto il mio tfr a gestire tramite i fondi che ogni categoria a a disposizione.Non capisco come mai i sindacati abbiano dato il loro parere favorevole e mi stupisco da buon iscritto al sindacato e da buon delegato sindacale,come mai e' avvenuto tutto cio'.....