mercoledì, giugno 25, 2008

Al via la stagione balneare



Giornata di festa ieri per Dan. Nel pomeriggio, lasciando En alle stressanti responsabilità manageriali non senza sentirci un po' in colpa, perchè noi liberi di godere il sole, abbiamo finalmente aperto la stagione balneare al Ticino. Era la giornata ideale, con un po' di brezza che rendeva sopportabile la calura esplosa improvvisa da una settimana. Sulla spiaggia, popolata nonostante la feria,abbiamo subito incontrato Marco e con lui Luca, che abbiamo scoperto essere praticamente un nostro vicino di casa. Malauguratamente il pensiero di tutti è andato a Mau (della Mau & Mau),assiduo frequentatore del lido, che , prigioniero in ufficio, abbiamo raggiunto via sms per assicurargli l'ottimo stato del luogo e la buona presenza di bagnanti. La risposta è stata immediata: una maledizione che in "tempo 0" si è materializzata in una enorme nuvola che per un'oretta ha oscurato il sole. Per Dan e me, che eravamo alla prima esposizione, è stata comunque salutare. Ora che conosciamo i suoi poteri eviteremo però di provocarlo.
E' stato un bel pomeriggio in compagnia di amici simpatici, tanto che il fastidio delle zanzare, presenti in massa, è passato in secondo piano. (Mau, ma una disinfestazione non è in programma?Vedi quello che puoi fare). Dan ed io avevamo bisogno di trascorrere un po' di tempo insieme da soli, perchè ultimamente tra impegni e scontri vari (v. settimane precedenti) è mancata tra noi quell'intimità al di fuori dei momenti di troppia che, come abbiamo già scritto, ognitanto è necessaria. Per approfondire e rafforzare la relazione tra i singoli, che poi si traduce positivamente nella stessa troppia.
A sera, una mia speciale tartare di manzo ha segnato la conclusione della magnifica giornata (dovevamo recuperare il sangue ceduto in pedaggio ai famelici insetti). E poi l'amore. Di troppia stavolta.

1 commento:

G ha detto...

Quanti ricordi il Ticino!
baci
G