venerdì, giugno 20, 2008

Siti


Dopo 3 anni continuiamo a rimanere iscritti ad alcuni siti "gay"per affezione.Ad uno siamo in particolare legati da tenero affetto. Sono i classici siti che un po' tutti i gay frequentano, dove c'è poca amicizia e tanto sesso. Ci ripetiamo di tanto in tanto che potremmo anche annullare l'iscrizione, ma poi non ne facciamo niente. Nel profilo è dichiarato esplicitamente che non cerchiamo sesso,ma pura e semplice amicizia. Allora, 3 anni fa appunto, la nostra voleva essere anche una provocazione: con la nostra presenza lanciavamo al mondo gayo il messaggio che si poteva uscire apertamente dai soliti, obsoleti schemi della coppia che imponevano sotterfugi e clandestinità, per tentare nuove vie. In qualche modo era anche appagato il nostro esibizionismo, nel quale forse cercavamo una indiretta conferma sociale.Il fatto di esserci pubblicamente con tanto di foto che tutti potevano vedere, rassicurava noi stessi che c'eravamo davvero imbarcati in un'avventura importante, anche se priva di riferimenti. La lotta per i diritti del mondo glbt è, prima ancora che conquista di concreti riconoscimenti, lotta per l'affermazione della stessa nostra esistenza. Un po' come dire: "Guardate che noi ci siamo, non potete continuare ad ignorarci, a fingere che non esistiamo. Non potete più costringerci a nasconderci, giocando su fuorvianti sensi di colpa coi quali avete soffocato e represso quanti ci hanno preceduto". La ricerca del consenso sociale nasce dalla consapevolezza di sè e della propria dignità che chiede di essere finalmente riconosciuta ufficialmente. Provoca la società, ma determina contemporaneamente anche un cambiamento di mentalità e cultura nel soggetto, ora consapevole del proprio valore come persona, impegnandolo davanti agli altri, ma prima ancora davanti a se stesso (e al compagno/i), ad onorare la dignità riscoperta.Che non significa prendersi sempre troppo sul serio: c'è sempre il tempo per giocare e ridere di se stessi e delle proprie cazzate (e quelle altrui).Noi,tresnovios, ne abbiamo già fatte tante e continueremo a farne ancora di più!Magari anche restando iscritti ai siti del nostro passato.

4 commenti:

Francesco ha detto...

Certo che dovete restare iscritti ai vari siti, vi siete mica dimenticati che noi ci siamo conosciuti la e che ho trovato tre splendidi amici?
Ormai anche se non ci conosciamo di presenza visto la lontananza x me siete essenziali un triplice bacione a presto da Lampedusa

Gius ha detto...

In effetti nel mondo gay, giustamente sempre in rotta con tutti per strappare qualche riconoscimento,c'è poca consapevolezza della propria dignità che quindi viene poco "onorata"dai singoli e anche dalle associazioni ufficiali. Ho come l'impressione che riconoscimento sociale e autostima di sè siano strettamente legati e che dovremo attendere molto prima che cambi qualcosa. Prima di tutto in noi stessi.

nonsoloattimi ha detto...

Buon pomeriggio amici... penso che nella vita si debba sempre lottare... non lo penso perchè lo do per scontato ma perchè purtroppo è così... tutto ciò che esce fuori dal pensiero della massa, dagli schemi è giudicato, guardato in modo strano... come se "i diversi" debbano dimostrare sempre qualcosa in più rispetto agli altri... ma non parlo solo delle tendenze sessuali... ancora oggi quante persone ti additano se una donna si innamora di un uomo più piccolo di età...
i valori sono l'unica cosa che contano...
vi bacio affettuosamente

Andrew ha detto...

Sì ma che fate, lancate il sasso e nascondete le tre manine?
Ora vogliamo vedere!!! :P