mercoledì, giugno 11, 2008

Chiuso in un barattolo?





Salta subito agli occhi la nostra differente età. La gente spesso finisce per credere che Dan sia il figlio mio o di En a seconda delle circostanze. C'è persino chi riesce a trovare somiglianze tra padre e figlio! A me piace lasciarlo credere, anche perchè di fatto è un complimento, sia pure indiretto, nei miei riguardi, considerata la bellezza di Dan.
La differente età è stata oggetto di paure, resistenze e discussioni all'inizio della storia di troppia.Ne abbiamo già scritto su questo blog.Più che l'amore a tre, per quanto originale e tutto da inventare, erano gli anni di distanza a pesare e a fare appunto la differenza.
Dopo tre anni ancora mi capita di fermarmi a pensare la questione, nonostante la vita trascorra senza che si manifesti alcun problema imputabile agli anni . Vivere con un compagno tanto più giovane è sicuramente stimolante in tutti i sensi e finora, probabilmente per la straordinarietà di Dan, non abbiamo vissuto disagi, imbarazzi o anche solo fatiche particolari nell'amarlo. Solo quelle scontate nel relazionarsi profondamente con un altro da noi, una persona diversa da noi. Due persone diverse ,nel nostro caso, per ognuno di noi. Anche con gli amici Dan si muove tranquillamente, nonostante sia sempre il più giovane.I miei dubbi ( e credo anche di En) sono piuttosto sulla libertà di crescita del nostro novio. Se lo stare con noi non tarpi in qualche modo le sue infinite possibilità. Mi capita talvolta di esternargli la mia preoccupazione e puntualmente lui sdrammatizza, ricordandomi la serietà della scelta fatta e della profondità del legame che ci unisce. I dubbi e le paure rimangono. Fanno parte dell'amore. A qualsiasi età.
Siamo ormai alla vigilia della prima. Domenica Giulio & Ernani calcheranno insieme la scena ricordando Annibale Ruccello. Amici, conoscenti di amici, parenti di conoscenti di amici e anche amici di conoscenti di parenti, insomma:
tutti siamo invitati a "Le 5 rose di Jennifer"!

3 commenti:

Los 3novios ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con te. Aggiungo che è importante comunque coltivare i propri interessi riempiendo quegli spazi di autonomia che sono indispensabili per ognuno di noi. Arricchiscono i sigoli e quindi l'amore. Noi ne abbiamo già fatta di strada, Modan è nelle condizioni di esercitare le sue immense potenzialità in tal senso. Così facendo si mantiene la dovuta serenità e le differenze di età non sono più un ostacolo ma uno stimolo di crescita reciproca indipendente da tutto.
Che ne pensate amici?
(En)

aelred ha detto...

certo, la vostra esperienza è straordinaria soprattutto per il modo in cui la vivete.
le differenze d'età, il problema di non esaurire sé stessi nella relazione (coppia o troppia), sono gli stessi in due o in tre.

mi pare che quello che cercate di fare voi sia il meglio o comunque il massimo che si possa immaginare.

tifo per voi :)
(e mi dispiace di non potervi incontrare domenica da G&E, uff)

nonsoloattimi ha detto...

Salve amici... penso di avervi già detto, in più di un'occasione, quanto vi ammiro e quanto siete fantastici... siete belli dentro e fuori...( forse dan un pò di più ;))... vi voglio bene...