venerdì, maggio 04, 2007

Primavera bagnata




Ehi, qui da noi piove da tre giorni. Una bella pioggia, in certi momenti a secchiate, ma ci voleva. Piove su tutti, buoni e cattivi, biblicamente. Piove anche ad Arcore, che non è molto distante da qui. L'annuncio dell'intenzione di arrivare ad una legge sul conflitto d'interessi che comunque "sarà anche più blanda rispetto alle altre democrazie, nonostante il blind trust ",come ha precisato lo stesso Prodi (potevamo aspettarci qualcosa di coraggioso, deciso e che rompesse col passato?), ha sconvolto il cavaliere che però è a Trapani. Quindi questa è acqua vera, pulita (nel limite), non sono lacrime di disperazione. Piove su Vaccarella che non ritira le dimissioni per la presunta ingerenza di alcuni ministri negli affari della Corte costituzionale di cui era membro, trovando le dichiarazioni del premier in difesa dell'indipendenza della stessa"generiche e rituali". Generiche e rituali sono le giustificazioni che sempre Prodi, il suo Governo e tutti i parlamentari (che dovrebbero rappresentarci) usano solitamente per "giustificare" le continue interferenze del Vaticano nelle questioni italiane. Nessuno però si dimette per salvaguardare l'indipendenza dello Stato. Forse ha ragione Grillo: "Montecitorio è una sede distaccata della Segreteria di Stato del Vaticano?Ritorniamo al Papa Re, a una sana teocrazia. Le cose funzioneranno meglio in Italia.".


Un timido, deferente tentativo di moderare l'Oltretevere per la verità c'è stato: la "cosa rossa", gruppo di parlamentari exdiessini, verdi e rifondaroli, ha scritto una bella lettera dicendo che "Non è un paese normale quello in cui diventa un attentato esprimere un'opinione o fare una battuta sulle scelte compiute dalle gerarchie ecclesiastiche. Le minacce e il terrorismo sono una cosa troppo seria per confonderle con le parole, sgradite o irriverenti che siano. Torniamo alla Costituzione che tutela la libertà di espressione. E teniamo tutti i nervi a posto".Qualcuno si è mosso. Nonostante la pioggia.
E' primavera, la stagione appunto delle piogge, ma anche dell'amore. Col primo raggio di sole la natura esploderà regalandoci fiori e profumi che aumentaranno il già forte desiderio. Maledetta primavera a tutti!
"Voglia di stringersi e poi...
Che resta di un sogno erotico se
al risveglio è diventato un poeta
se a mani vuote di voi
non so più fare
come se non fosse amore
se per errore
chiudo gli occhi e penso a voi.
Che importa se
per innamorarsi basta un'ora
che fretta c'era
maledetta primavera".

3 commenti:

Robert ha detto...

ciao Ser
Trovo il tuo post semplicemente GENIALE! Mi hai davvero stupito! Hai usato la pioggia come contorno e sei passato da citare fatti di cronaca, commentandoli, alla leggerezza della primavera. La chicca è la canzone della Mitica Loretta Goggi!!! Maledetta primavera!! Sei semplicemente un GENIO!!! A volte vorrei avere un pochino della tua abilità letteraria. Già è vero, in questi giorni piove.... piove proprio su tutto, peccato che certe bruttezze, ingiustizie non vengono lavate via.
Un abbraccio e ( come dice Renato)...Grandi!!!!!!
Roberto

art_693 ha detto...

Concordo pienamente!!! E non lo penso da oggi,quanto ammiro questo talento!
Anche se ultimamente sono più sintonizzato oltrealpe che non sulla politica Italiana,che seguo con difficoltà visto che incomincia seriamente a darmi qualche affanno!!!
Intanto un abbraccio a voi 4 da Ivan

Anonimo ha detto...

Tremendo Ser! La Goggi. Che grande! Ma io non sento, pazienza. Meno male che la ricordo. Mel