lunedì, maggio 14, 2007

Pensando all'estate



Giornata strana per me, come il tempo, caldo umido e grigio. I novios al lavoro lontani. Ieri, nonostante il sole apparisse solo di tanto in tanto, abbiamo deciso di andare comunque al Ticino, giusto per fare 4 passi nella natura e rilassarci stando insieme. Sono giornate tra(nquille, è lo slang contaminante di Dan), di amore e passione sereni. Stiamo pensando alle vacanze, ma con calma, visto che sono molto in là, quasi alla fine dell'estate. Italia o Spagna? Siamo indecisi, vedremo. Certo non sprecheremo tempo a Torre del lago come lo scorso anno (v. post di allora), località gaya in forte caduta libera, da frequentare al massimo solo per il mordi e fuggi di un week end, pernottando altrove. Sicuramente una puntatina la faremo nel corso dell'estate, ma evitando il Mama Mia, benchè sponsorizzato dall'arcigay. Rappresenta quel genere di locali da cui stare alla larga, perchè vive della disperazione gaya, nonostante sia gestito da una nota coppiaomo che però sa bene come sfruttare le debolezze altrui. Abbiamo già scritto della decadenza volontaria di Torre: le scelte sbagliate si pagano sempre e la Versilia ha già iniziato a pagare. Se ne accorgeranno in tempo o solo quando sbatteranno la testa contro la defezione dei più? Fatti loro, quel che mi rode è che hanno a disposizione un patrimonio naturale che per ingordigia stanno dilapidando.Succede sempre così, lo dice anche il proverbio, che è saggezza popolare: "Chi ha pane non ha denti". Mi pare almeno reciti così. Noi, troppia, sappiamo di avere tra le mani un patrimonio straordinario, non quantificabile economicamente, ma di gran lunga superiore, per questo cerchiamo di gestirlo nel migliore dei modi, investendo oculatamente, ma anche rischiando ponderatamente, quando è necessario. Così va la vita, nell'amore e negli affari, mai però si deve arrivare a giocare sfruttando limiti e debolezze altrui. Non è solo questione etica, ma anche di intelligente lungimiranza.

4 commenti:

Los 3novios ha detto...

Purtroppo caro moser è così!Tutto subito, tutto a breve termine. Nel mondo degli affari non esiste più lungimiranza, si fa finta, ma poi in realtà il profitto deve essere nell'immediato, non c'è scampo. Anche a Torre ragionano così, spremere finche va e poi....i pochi arricchiti si cimenteranno altrove in altre iniziative e a noi rimarra' finalmente la Torre di una decina di anni fa dove in quattro baracche si rideva e scherzava senza troppi fronzoli e manie di grandezza.
Spero che non sia tardi, sarò un illuso, ma che questo modo di vivere non intacchi amicizie ma soprattutto l'amore.
Noi troppia ci stiamo provando...mattone su mattone e con il passare del tempo anche le incertezze stanno sfumando.Una cosa non ci fà paura:guardare avanti sempre, ipotecando il nostro futuro insieme.

Los 3novios ha detto...

Dimenticata firma: En

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente: Torre è in piena decadenza. Che faccia in fretta a sprofondare così tornerà ad essere quella di una volta. Speriamo.

Fabio ha detto...

Calabria no?