sabato, dicembre 01, 2007

Passione

Ci sono attimi in cui in pochi secondo ripercorri delle tappe del passato oppure sogni proiettandoti nel futuro. Sono quegli attimi che ti danno gioia, tristezza o dolore. Ti esaltano oppure ti abbattono.Ma sono quegli attimi in cui le emozioni danno quell’impulso alla ragione che poi ti fa agire. Vengono da soli, non puoi cercarli. Mi piacerebbe portarvi dentro in quel mio attimo che ti da quel piacere che ti astrae da tutto, dura poco, ma ti lascia quella forza di andare avanti, di continuare quel percorso ad ostacoli che è la vita, possibilmente migliorandosi un po’. Ma non è cosa facile. Mi è capitato di recente. Viaggiavo in macchina circondato da uno splendido paesaggio dove il sole scaldava i tipici colori autunnali di una ricca vegetazione. Le foglie, ormai avviate alla morte lanciavano il loro ultimo,unico e bellissimo grido prima di cadere a terra. E’ stato un attimo d’amore, in cui non ero solo, sentivo crescere la voglia di un abbraccio subito appagata dal pensiero verso i miei novios prima uno poi l’altro o insieme. Sono stato bene. Fiero di esserci e di essere così. Di farmi dominare, in quell’attimo, totalmente da questo amore senza pensare alle paure, alle incomprensioni ed ai problemi che comunque abbiamo.
Vivo la passione. In qualunque cosa. Nell’amore, nell’amicizia, nel lavoro. Dove c’è passione il risultato è garantito. Ed è quello che poi mi gratifica.
Certo non mancano i momenti in cui quella passione sembra indebolirsi. Vuoi perché stanco o perché stressato a volte proprio non hai voglia e allora ci si abbandona al pessimismo che altro non fa che ucciderla. Rischi di spegnere quel fuoco che è il motore di tutto. Mi è stato rimproverato di essere esagerato. Probabilmente è anche vero. Non posso farci niente. Nonostante le batoste che ho preso e che continuo a prendere vado avanti spinto dalla passione anche se a volte cade nel vuoto….ma non è un male anzi è solo lo spunto per una riflessione.

E’ il primo dicembre! Stasera festa! Siamo stati invitati da Mau & Mau che festeggiano il loro amore come ha ricordato Moser in un post tempo fa. Domani sera invece a casa di Pep ossibuchi e purè con gli amici “storici” di sempre.
Staserà c’è pure la Carrà a “Che tempo che fa” non posso perdermela. Un mito. (En)

Una bellissima canzone

2 commenti:

Anonimo ha detto...

A volte la passione sembra vacillare, ma è nella natura del movimento interno degli stati vitali dell'io. Basta un niente per passare dal "Cielo" all'abisso dell"Inferno". Conta, però, la continuità nell'impegno della passione, sì, perchè anche in essa c'è impegno.
Splendida la canzone.
Mel

En ha detto...

Grazie Mel! Per il tuo prezioso contributo. Sempre attento e presente.