giovedì, gennaio 21, 2010

Alias-emozioni




"Ti scriverei le mie parole intense sulla pelle del corpo
e poi le leggerei una ad una
sussurrandole al tuo orecchio sordo
e poi le leccherei
tutte
mischiandole
per sciogliere il senso delle cose
e colorarti di nuova luce al risveglio"


Ammiro nei poeti la capacità di usare parole quotidiane per comunicare emozioni fortissime, non solo idee e concetti astratti. Ieri sono stato fulminato da una poesia di Alias, tanto da volerla riproporre subito col suo permesso. Mi piace e basta. Qualsiasi commento ne rovinerebbe l' effetto, che dev'essere immediato.

Leggendo i commenti al post precedente mi sono imbarazzato non poco: non vorrei aver dato un'immagine troppo idilliaca della nostra vita. Chi ci segue un poco sa della normalità della nostra quotidianità, così come dei tanti problemi comuni a tutti ,che si aggiungono a quelli, non secondari, originati dalle non sempre facili dinamiche di troppia.
Vivere in una casetta (70 mq terrazzo incluso, quindi la nostra idea di spazio non è propriamente "soggettiva") ha i suoi vantaggi, ma ovviamente anche numerosi svantaggi. Vero è che disponiamo di un altro piccolo appartamento (non comunicante) al piano di sotto che, alla bisogna, diventa spazio di fuga ed eremo, ma i disagi del vivere in comune in un piccolo spazio rimangono. Ecco il motivo per cui dobbiamo deciderci al grande passo. L'occasione è appunto una casetta con giardino tutta per noi. Il guaio è che siamo troppo affezionati a questa piccola troppiana e lasciarla sarà sicuramente una sofferenza. Anche perchè è una mansarda e, si sa, chi sceglie di vivere in una mansarda sceglie uno stile, una filosofia di vita altra rispetto al classico appartamento. Vabbè, mi sto perdendo in questioni inutili.

Troppia o no, casetta o no, la vita richiede spesso equilibrismi che a volte riescono a volte no. Conta l'esercizio, l'affiatamento, ma anche la volontà di ritentare ogni volta si sbaglia con la stessa passione della prima volta. Anzi,con passione sempre crescente, perchè alimentata dall'essere insieme.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Oggi sono stato un po incasinato e mi sono perso la poesia di Alias che avete riproposto sul vostro blog. la vostra casa è proprio bella e poi con gli ammodernamente che avete apportati sarà diventata ancora più bella. Baci Dino

Anonimo ha detto...

io penso che dove c'è amore tutto è bello.. sopratutto la serenità
baci . Barbara

delf ha detto...

proprio perchè la vostra vita, come la nostra, non è idilliaca, assume valore il sentimento che vi unisce. Facile amare in un mondo perfetto, magico amare nelle difficoltà quotidiane e vincerle.
ps: ci si affeziona alle cose e alle case, ma alla fine sono solo oggetti. Quel che rende speciale la vostra casa e che renderà speciale la nuova siete voi.
bacio ragazzi

I'M SO GUY ha detto...

Alias e' sempre bravo a scrivere! :) :) ... Notte novios! :)

Anonimo ha detto...

Leggere i miei versi in un altro contesto mi ha emozionato come non pensavo potesse accadere. Grazie per il bellissimo omaggio. Tornando al tema del post...e si, 70mq, compresi di terrazzo, non sono moltissimi. Io vivo in 42 mq ma sono solo...in due quando c'è Koala e in 4 quando vengono i miei e mia nonna per vacanze estive (in quel caso la cosa diventa un pò complessa). Capisco le remore a lasciare una casa (mansarda) che amate così tanto...ma penso anche che una nuova avventura possa solo portare nuove energie ed emozioni. Su su...un pò di coraggio...:-) Alias