mercoledì, gennaio 20, 2010

Dei dialoghi


E' straordinario lo spettacolo che offre la galaverna in queste gelide mattine. Peccato che appunto occorrano le gelate perchè si manifesti. E poi immancabilmente fa la sua comparsa anche la nebbia che trovo a metà strada verso la metropoli. Fitta ma vivibile, perciò ci sta. Anche perchè si viaggia velocemente verso i giorni della merla, che quest'anno temo saranno davvero polari viste le premesse. Ancora un po' di pazienza, poi si comincerà a guardare alla primavera: le giornate si stanno già allungando.

En è partito. Si tratta solo di un paio di giorni, ma io faccio presto ad entrare in uno stato malinconico che poi scarico immancabilmente su lupetta . Ho aspettato oggi a ritirare il 2° orsetto che il Gigans offre (si fa per dire!) agli affezionati clienti.Subito lupetta l'ha adottato e per qualche giorno lo tratterà come un figlio. Un modo (inutile) per distrarla dall'assenza del suo amore morboso: probabilmente serve più a me.

Ierisera si è parlato della casa. O meglio, i novi ne hanno parlato, io ascoltavo approvando e ridendo dentro di me. Mi sembra di capire che ci stiamo orientando nella scelta, ma possiamo prendercela comoda e così pianificare con tutta la calma necessaria i passi da fare.

Lupetto ha ritirato la pagella e naturalmente è stata una grande soddisfazione di famiglia. Ora si guarda con più concretezza alle scelte future, che si fanno sempre più vicine. Un anno vola in un battito d'ali: sembra ieri che ha iniziato il liceo! E' già ben orientato e determinato nella scelta universitaria. Negli ultimi tempi mi intenerisco intensamente quando colgo lui ed En discutere del futuro, delle scelte, ma anche delle questioni più delicate della realtà che affrontano sempre con estrema dolcezza e serenità. L'ho già scritto e lo ripeto: En ha un talento straordinario nello sviscerare con delicatezza e sensibilità i problemi !La casa poi è talmente piccola che è impossibile non partecipare ai frequenti dialoghi che si consumano ovunque (anche in bagno!). Sono sicuramente io quello che parla meno in assoluto, forse perchè preferisco da sempre il ruolo dell'ascoltatore e anche perchè, come un vecchio patriarca, godo veramente nell'osservare Lupetto, Dan ed En procedere appassionatamente nella vita.
Sarà per questo che poi mi sfogo sul blog?

9 commenti:

Gabriele ha detto...

Questo è uno dei post più belli che io abbia mai letto!! E lo dico davvero!!! Mi piace come hai descritto la situazione e mi hai permesso di "entrare" per qualche minuto in casa vostra!!
Ero sicuro che alla fine la scelta sarebbe stata questa!!!
In bocca al lupo!!!

delf ha detto...

Hai ragione Gabriele, bellissimo post! Ci fa arrivare tutta la forza del sentimento che vi lega... tanto che mi vien voglia di abbracciarvi! :-) ciao ragazzi

Massi ha detto...

Pensavo di essere il solo a fare delle gran chiacchiere col moroso assiso sul trono in ceramica del mio bagno! Menomale, mi hai tolto un peso! ;)

Anonimo ha detto...

In bagno io parlo solo se nessuno usa la tazza. In quel caso la porta è chiusa e l'intimità garantita (non riesco ad essere più aperto in quel senso). L'importante è parlare. Tu scrivi sempre che la vostra casa è piccolina, ma non risco a capire il tuo metro di giudizio...conosco persone che trovano piccola una casa di 120 mq...ed ho detto tutto (persone single...preciso!). Sulla scelta che si condensa tra di voi posso solo essere felice per voi...e si, penso che il blog per te sia anche questo...un modo per sfogare e parlare...con te, con loro...e un pochino anche con noi. bacioni. P.S.- complimenti a Lupetto per i risultati ottenuti. Alias.

Anonimo ha detto...

Ognuno è un mondo a se e se non parli normalmente molto a casa ti saprai far ascoltare quando necessita. Poi parole ed energie ne spendi troppe per lavoro . A casa trovi la serenità , a casa vivi i tuoi amori . La casa è feeling. Un abbraccio ser e un abbraccio anche agli altri che magari al momento si trovano in bagno a discutere. Dino

Anonimo ha detto...

Caro Ser.. tu sei sempre meraviglioso , altro che uno dei migliori post!!! Tu hai una virtù meravigliosa..il saper ascoltare, che non è da tutti... sono felice per la gioia che vi da Lupetto, è un bravo ragazzo... tenerissimi tutti.. sfogati sul blog , sei meraviglioso, Baci
Barbara

Anonimo ha detto...

E' straordinario il calore che sei riuscito a trasmettere e il senso della famiglia. E come riesci a portarci per pochi istanti dentro la vostra vita. Un caro saluto Nickp.

Rosa ha detto...

Non commento spesso, ma vi leggo sempre e oggi mi hai proprio commossa.

Un giorno vorrei che la mia famiglia somigliasse alla vostra: per la doclezza, la comprensione e l'amore che inestricabilmente vi legano.
Complimenti ragazzi!

Oscar ha detto...

molto, molto tenero :-)