domenica, settembre 09, 2007

Barzaghi defenestrato


Il Presidente della Provincia di Milano Filippo Penati ha revocato le deleghe all’Assessore all’Istruzione ed Edilizia Scolastica Giansandro Barzaghi. L'Assessore, che in questi anni ha condotto con serietà e competenza il proprio incarico raccogliendo finalmente consensi nelle varie Istituzioni scolastiche milanesi grazie ad indicazioni e proposte in linea con la migliore tradizione progressista milanese, rivendica il diritto alla libertà di espressione delle proprie valutazioni politiche .Penati si dice invece tradito dal proprio Assessore per un'intervista rilasciata a "Il giorno" in cui Barzaghi dissentiva dalla nuova politica sulla "sicurezza" che si va ormai affermando nelle giunte di sinistra e informava della nascita di un «coordinamento della sinistra alternativa, con consiglieri e assessori, e l'obiettivo è di tenere una linea comune in Consiglio e in giunta - aveva detto Barzaghi - per portare avanti una piattaforma programmatica alternativa come sul tema della sicurezza».


Penati nell'ultimo Consiglio Provinciale di 2 giorni fa, cercando il sostegno di Forzaitalia contro la Sinistra, ha avviato la sperimentazione della politica delle "alleanze variabili" ,di cui ha parlato alla Festa dell'Unità di Reggio Emilia Piero Fassino: «In Lombardia, Veneto e Sicilia il centrosinistra non ha la maggioranza. Vogliamo continuare a perdere in queste Regioni o ci vogliamo porre il problema di come costruire uno schieramento che sia maggioritario?». Ciò può prevedere «un rapporto con l'Udc, oppure con la Lega o con ciò che succederà dopo i processi di scomposizione di Forza Italia, come il progetto Formigoni »(Democratici di sinistra).


Brutta storia che finisce in questo caso per penalizzare la Scuola milanese che aveva trovato in Barzaghi un intelligente sostenitore. Restiamo in attesa di sviluppi.

Nessun commento: