sabato, ottobre 31, 2009

Eroe!


Una notizia da non perdere: ci sono ancora gli eroi. Mahmud Vahidnia, studente di matematica alla Sharif University, mercoldedì scorso ha avuto il coraggio di criticare la Guida suprema dell'Iran, l'ayatollah Ali Khamenei durante l'assemblea annuale degli studenti iraniani . Il giovane Mahmoud, dopo gli interventi ufficiali del Senato accademico e le prime domande (preparate) di alcuni studenti, arrivato il suo turno ha iniziato a parlare, ma sono bastate poche battute perchè la televisione iraniana, che trasmetteva in diretta l'evento, interrompesse le riprese. Per fortuna i cellulari di molti fra i presenti hanno continuato a registrare l'intervento, rilanciato poi sul web. "Voglio dirle qualcosa", ha esordito il giovane rivolgendosi direttamente alla Guida, "perché nessuno può permettersi di criticarla in questo paese? Non è ignoranza questa? Lei ritiene di non fare errori? L'hanno trasformata in una sorta di idolo irraggiungibile che nessuno può sfidare". Dagli studenti è partito dapprima qualche timido applauso che è diventato, in men che non si dica, un chiaro e forte coro di sostegno al giovane collega. Di Mahmoud purtroppo non si sa più nulla da giovedì scorso.
P.S. L'articolo di Iacopo sulla troppia esce stasera alle 19.00 sull'homepage di www.gay.it dove rimarrà per tutto il week-end.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Hao ragione Ser, gli eroi fortunatamente esistono ancora. Baci, Barbara

I'M SO GUY ha detto...

Auguri per la bellissima intervista che avete rilasciato a gay.it! BRAVI!!!!! :) :)

Anonimo ha detto...

ANCHE PER ME SIETE DEGLI EROI. VI AUGURO TANTA FELICITA' E FORTUNA. UN ABRUZZESE.

Anonimo ha detto...

L'intervista mi è piaciuta. L'ho passata anche ad un amico comune che ha apprezzato anche lui. Baci e buona domenica ragazzi. Dino

Anonimo ha detto...

Splendida intervista. Ha permesso anche a me, che un pò vi conosco dal blog, capire meglio la vostra storia speciale. Non capisco chi storce il naso. Chi non capisce o giudica. A me sembra tutto bellissimo. Anche nelle difficoltà. E credo che nell'amore tutto sia possibile. Siete bellissimi amici miei. Io tifo per voi. :-) alias