venerdì, ottobre 16, 2009

Venerdì pomeriggio



Prima comincia, prima finisce. L'inverno intendo. Non sarà una teoria scientifica, ma mi fa bene pensare sia così. Di solito le questioni che non mi piacciono, i problemi insomma, preferisco affrontarli subito per poi godermi con tutta calma il bello che rimane. Succede così anche per il mangiare: prima mi dedico a tutto ciò che non mi piace, o comunque non mi fa impazzire, e soltanto alla fine concentro le golosità per assaporarle il meglio che posso. Ciascuno elabora le sue strategie per stare bene, niente di straordinario. Se non fosse che domani è già sabato, cioè la fine della settimana, quando rimangono solo le cose belle da vivere e coltivare dopo gli impegni, le fatiche e gli stress (che pure fanno parte della nostra vita) lavorativi. Poco importa quello che faremo, se finalmente domenica pomeriggio andremo per boschi a cercar castagne dal momento che sul mercato il loro prezzo è esagerato, o se invece ce ne staremo a poltrire in casa. Bello è stare insieme senza gli inevitabili condizionamenti e lasciarci andare a quella "confusione" di sentimenti, emozioni e sensazioni che sono il sapore della nostra vita.Non ne godiamo mai abbastanza.Dan ed io abbiamo ancora la mattinata di domani prima di considerarci davvero nella festa, ma già ne avvertiamo distinti i segnali e ci basta. En, come il solito, ingannerà l'attesa del nostro ritorno impegnandosi in tutti quei lavoretti domestici rinviati e, naturalmente, regalandoci un bel post sorpresa , anche per farsi perdonare gli eccessi cui si è abbandonato mercoledì sera. Ricordate la sua rigorosissima dieta? Funziona tutta la settimana, salvo quelle 2 o 3 occasioni di uscita, che puntualmente si presentano settimanalmente e che lui considera sacre, perciò di totale sospensione di ogni limitazione nel mangiare e nel bere. Un po' di attività fisica e di delicato esercizio della mente saranno un vero toccasana per lui domani mattina!

7 commenti:

Anastasia Beaverhausen ha detto...

Per boschi a cercar castagne... non ci crede nessuno! ;)
Ok, la pianto...

MELCHISEDEC ha detto...

Dai testimonianza(anzi date) che lo spirito con cui si affronta una porzione anche minima di vita è fondamentale.
Che le castagne siano buone o che si poltrisca sul divano poco conta, se c'è uno sguardo oltre.
Buon w-end!

Oscar ha detto...

questa foto avrebbe valso un premio sul trombi di massi, immagino! :-)

vi auguro uno spledido week end, arrotolati a letto o fianco a fianco nel bosco. i problemi troveranno il loro modo per presentarsi e per essere risolti.

un bacio

SkraM ha detto...

l'inverno tutto sommato non e' cosi male

ad esmpio a me piace molto quando fuori piove e io sono al caldo sotto le coperte (da solo o con stefano) e sento il picchiettio della pioggia alle finestre.

oppure quando sul divano sto vicino vicino a Stefano usandolo a mo di coperta :D

Anonimo ha detto...

Urge chiarimento. Di chi sono queste belle gambotte? egeehhehe...vostre? Ma che bellissimo intreccio di intenzioni e desideri...buon fine settimana qualsiasi cosa decidiate di fare. Alias. Buoneeeeeeeeeeeeee le castagne!!!

Massi ha detto...

Vedo che quando volete ce la fate a stare tutti e tre in una sola inquadratura! Vi odio! ;)
Splendido post, rende molto bene il bisogno di calore di questa ottobrata un pò troppo freschina... Buon fin de semana chicos!

Anonimo ha detto...

Tre baci caro Sergio ... grazie, Barbara