sabato, marzo 17, 2007


GRAZIE ALLA VITA



Grazie alla vita che mi ha dato tanto,
mi ha dato due stelle che quando le apro
perfetti distinguo il nero dal bianco,
e nell'alto cielo il suo sfondo stellato,
e tra le moltitudini l'uomo che amo.

Grazie alla vita che mi ha dato tanto,
mi ha dato l'ascolto che in tutta la sua apertura
cattura notte e giorno grilli e canarini,
martelli turbine latrati burraschee
la voce tanto tenera di chi sto amando.

Grazie alla vita che mi ha dato tanto,
mi ha dato il suono e l'abbecedario
con lui le parole che penso e dico,
madre, amico, fratello luce illuminante,
la strada dell'anima di chi sto amando.

Grazie alla vita che mi ha dato tanto,
mi ha dato la marcia dei miei piedi stanchi,
con loro andai per città e pozzanghere,
spiagge e deserti, montagne e pianie
la casa tua, la tua strada, il cortile.

Grazie alla vita che mi ha dato tanto,
mi ha dato il cuore che agita il suo
confinequando guardo il frutto del cervello umano,
quando guardo il bene così lontano dal male,
quando guardo il fondo dei tuoi occhi chiari.

Grazie alla vita che mi ha dato tanto,
mi ha dato il riso e mi ha dato il pianto,
così distinguo gioia e dolore
i due materiali che formano il mio canto
e il canto degli altri che è lo stesso canto
e il canto di tutti che è il mio proprio canto.

Grazie alla vita che mi ha dato tanto.

[1965] Parole e musica di Violeta Parra.Violeta del Carmen Parra Sandoval (San Carlos Cile, 4 ottobre 1917Santiago del Cile 5 febbraio 1967) è stata una cantante, poetessa e pittrice.

Forse il più bell'inno alla vita in forma di canzone che sia mai stato scritto al mondo, quindi una canzone contro la guerra.Fu scritto da Violeta Parra non molto prima di togliersi la vita.

2 commenti:

art_693 ha detto...

Bellissimo testo che mi emoziona parecchio. L'avete sentita cantare?
Un bacio
Iv

Los 3novios ha detto...

Si!
L'emozione della voce e della musica sono da brividi.